Il cambiamento: parte seconda

Il cambiamento: parte seconda

Per ognuno di noi arriva il momento in cui si deve decidere il proprio futuro ed il successo delle attività intraprese dipende fondamentalmente da come ci poniamo davanti ai problemi ed a come reagiamo ad essi

Aspettare che le cose cambino da sole è una pia illusione, le cose cambieranno solo se vi impegnerete al massimo affinché cambino.

Il mio è stato un viaggio di grande impegno e di dura analisi sulla mia pelle che è durato molti anni, fatto di studio e riflessione, di prove e di tecniche applicate al mio lavoro quotidiano, sino a vedere i risultati arrivare.

Ma chi meglio di voi può essere in grado di trovare le giuste soluzioni. Non credete a consulenti, coach rivoluzionari, che possono risolvere o problemi al vostro posto.

Nessuno potrà mai insegnarvi a cambiare

Il consulente giusto è quello che vi stimolerà alla risoluzione dei problemi, indicandovi possibili strade, che le analizzerà con voi in maniera professionale. Non credo alle danze scatenate sui palchi, magari con persone che non hanno mai neanche lavorato in un’azienda e non sanno neanche dove si dovrebbe cominciare.

Il cambiamento è una rivoluzione, in cui entrano in gioco una serie di elementi che non avreste mai ipotizzato di dover utilizzare.

Cercare di cambiare non è semplice, prevede uno stato mentale capace di riconoscere ed accettare gli errori commessi, prevede una grande umiltà.

Qualsiasi sia la vostra età, bisogna essere consci che ricominciare da capo è difficilissimo. In questa serie di testi cercherò di spiegare  che invece ricominciare è un atto di grande umiltà e chiunque voglia potrà farlo, anzi sarebbe bene lo facesse prima possibile.

L’esperienza mi ha insegnato che l’atto del ricominciare prevede un atteggiamento che deve essere molto semplice. Il linguaggio estremamente comprensibile. Certo gli altri saranno i testimoni del nostro processo di cambiamento, con loro ci confronteremo per vedere le loro reazioni, come ci considereranno.

Dobbiamo così diventare quasi dei testimonial del cambiamento in una società che ovunque ne parla, ma, all’atto pratico, è estremamente restia a farlo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •